Home Page Cenni storici Palazzo Miceli L' Occitano San Sisto oggi
L’ Associazione Culturale Femminile S. Sisto dei Valdesi

Eventi

  Museo


Inaugurazione Lapide Commemorativa eccidio dei Valdesi

Il nuovo libro sui Valdesi di Calabria

Il progetto sulla lingua occitana…
Convegno 2006: presentazione della ricerca storica “Ricchi nella fede e poveri in spirito”
Convegno 2007: "La storia dei Valdesi a San Sisto"
Convegno 2008: "I Valdesi a Salerno"

Convegno 2009: "Il Museo veicolo di cultura"

 
 
 

Gli Eventi del 2009

Convegno 2009 "Il Museo veicolo di cultura"

   L’Associazione Culturale Femminile San Sisto dei Valdesi, con l’allestimento del Museo valdese e dell’arte contadina “Scipione Lentolo”, ha voluto valorizzare e promuovere la conoscenza del territorio e della memoria storica di San Sisto nella sua origine valdese, rafforzare quindi il tessuto sociale e l’identità culturale la cui storia è legata a questa etnia. Tale obiettivo è stato raggiunto attraverso il recupero e l’esposizione di costumi, oggetti, reperti ossei, libri, tele, disegni, piante officinali ed aromatiche ma, soprattutto, documenti cartacei reperiti nell’Archivio Vaticano e nel Grande Archivio di Stato di Napoli, documenti che testimoniano l’identità valdese del popolo sansistese.
   La raccolta di tutti questi elementi esposti ed opportunamente catalogati, è stata resa possibile anche grazie al supporto di tutta la popolazione locale. Il Museo nasce peraltro all’interno di palazzo Miceli, scelto per il suo valore storico-artistico che, senza dubbio, rafforza il pregio del Museo stesso. L’inaugurazione del Museo, avvenuta il 19 settembre 2009, è stata preceduta dal convegno “Il Museo: veicolo di cultura” con la partecipazione di numerosi esponenti del mondo storico-culturale, tra cui i relatori Marco Fratini, conservatore del Centro studi valdesi di Torre Pellice (Torino) e Michele Arnoni, Presidente del Circolo culturale Re Alarico di Cosenza. All’evento hanno preso parte anche vari rappresentanti istituzionali. Il Museo è stato allestito in modo razionale e reso fruibile da bambini, giovani e adulti sulla base di un’esposizione rigorosa e oculata. Nella stessa occasione è stato proiettato il cortometraggio “Tempo d’eresia” di Stefania Di Biase, ambientato nel 1561, anno in cui San Sisto fu teatro dell’eccidio; i personaggi che appaiono nel corto sono tutti sansistesi e le protagoniste sono componenti dell’Associazione
.

Partecipanti al convegno- da sinistra: Ranieri Scarpellini, Michele Tela, Eugenio Ingribelli, Michele Arnoni (Presidente del Circolo Re Alarico - Cosenza), Marco Fratini (Conservatore Centro studi Veldese - Torre Pellice), Maria Mirandola.
 

 

Torna su


 

Beatrice Anna Perrotta

Come contattarci:  cell. 334/1248495-tel.0984/936064 - email info@sansistodeivaldesi.it

Web Master - Maurizio ACETO